In olio di cocco

 

Prima di leggere questo articolo ti consiglio di iscriverti alla News Letter di Olio di Cocco.it. Iscrivendoti riceverai Sconti fino al 50% su una vasta gamma di prodotti legati all’Olio di Cocco.

 Clicca qui e Ricevi Sconti Gratuiti

 

In questo articolo ti elencherò quali sono gli usi principali e i benefici dell’ Olio di Cocco.

Questo fantastico olio può essere impiegato in campo curativo, alimentare e cosmetico.

Sono proprio queste caratteristiche a renderlo uno dei prodotti più richiesti del momento,

L’Olio di Cocco è ampiamente utilizzato nellacucina Vegetariana e Vegana in sostituzione di altri oli vegetali.

 

Prima di iniziare ad elencarti gli usi principali  che ne dici fare un veloce ripasso dei principi attivi presenti in questo straordinario olio?

Se già conosci i principi attivi e le caratteristiche dell’olio di cocco vai pure avanti oppure leggi queste poche righe per rinfrescarti le idee!

 

Olio di Cocco : Principi Attivi

 

I principi attivi dell’olio di cocco sono contenuti integralmente in quello puro o vergine, il quale, non avendo subito alcun tipo di raffinazione o idrogenazione, è ricco di sostanze antiossidanti.

Si spiegano quindi gli usi dell’olio di cocco in campo cosmetico, sia per massaggi che per i trattamenti anti rughe per viso e collo.

 

Olio di cocco puro e vergine

 

L’Olio di Cocco raffinato contiene solo una piccola parte di queste preziose sostanze che riescono a contrastare lo sviluppo dei radicali liberi e conseguentemente combattono l’invecchiamento.

 

Olio di cocco: Consistenze e Profumi

 

Tra questi due tipi di olio ci sono anche altre differenze, come la consistenza e il profumo:

L’olio di cocco puro e vergine  infatti, oltre a mantenere intatte le sue proprietà organolettiche, mantiene il profumo del frutto.

PS: L’olio di cocco puro ha una consistenza solida fino a temperature di 23 gradi centigradi.

 

Un piccolo consiglio:

Se lo utilizzi di inverno per usi cosmetici sul viso, corpo o capelli stemperalo leggermente prima di utilizzarlo.

Se invece intendi aggiungerlo a una bevanda  puoi lasciarlo solido: si scioglierà immediatamente.

Personalmente utilizzo sempre un ‘olio di cocco puro e vergine, le sue caratteristiche permettono di essere utilizzato in tutti i campi: quello alimentare e quello cosmetico.

Se non hai idea di dove trovarlo ti consiglio l’olio di cocco della NaturaleBio, un olio di cocco puro al 100% che puoi trovare qui

Ora che abbiamo ripassato velocemente i principi e le caratteristiche dell’olio di cocco vediamo quali sono gli usi più comuni.

Pronti?si parte…

 

 

1#  Olio di Cocco Usi Cosmetici

 

Uno degli usi più comuni dell’Olio di Cocco è sicuramente legato all’applicazione sul corpo e sui capelli.

Te lo consiglio sopratutto per l’uso in caso di capelli secchi e sfibrati, in presenza di doppie punte e in tutte quelle situazioni in cui capelli, cuoio capelluto ed epidermide in generale, hanno bisogno di essere adeguatamente nutriti.

L’olio di cocco è ideale se impiegato come anti forfora, perché aiuta la cute contro la desquamazione.

Per ottenere un ottimo risultato ti consiglio di aggiungere all’olio di cocco anche qualche goccia di Tee Tree sotto forma di olio essenziale.

Sempre per quanto riguarda i capelli  puoi  utilizzarlo come:

  • shampoo
  • lozione pre shampoo
  • balsamo a fine lavaggio

In pratica tre prodotti in uno.

 

Niente male vero? 🙂

Per quanto riguarda la pelle, gli usi dell’olio di cocco maggiormente utilizzati riguardano le persone che soffrono di acne, dermatiti e psoriasi; questo perché l’olio di cocco lenisce il prurito, reidrata la pelle e il suo bilanciato contenuto di Omega 3 e 6 svolge un effetto antinfiammatorio generale.

Se vuoi sapere di più sull’utilizzo dell’olio di cocco nel trattamento dei capelli,  tempo fà ho scritto un articolo interessante sull’utilizzo dell’olio di cocco per i capelli, lo trovi qui 6 modi per utilizzare l olio di cocco sui capelli…

 

2# Olio di Cocco ad uso Estetico

 

In campo estetico è ampiamente impiegato nei prodotti che rinforzano le unghie delle mani, nelle creme per le mani e per i piedi screpolati.

 

3# Olio di Cocco ad Uso Alimentare

 

Questo e uno degli usi più comuni dell’olio di cocco… ti ricordo che viene anche utilizzato in cucina per friggere,ed io stessa lo uso.

Il suo punto di fumo si attesta attorno ai 178 gradi centigradi, pertanto può essere impiegato per lunghe cotture.

Cuocere con l’olio di cocco è una buona abitudine, perché tra gli altri benefici, quest’olio possiede la capacità di ridurre il colesterolo cattivo.

 

E’ logico che come qualsiasi altro olio o grasso non deve essere usato in maniera troppo eccessiva e abbondante.

 

Usare l‘olio di cocco in cucina è anche una delle maniere più sane per sconfiggere germi, batteri, microbi e infezioni, soprattutto dell’intestino, perché è qui che ha sede il nostro sistema immunitario.

Se usato nella preparazione di torte e dolci da forno, gli conferisce un particolare profumo e una delicata consistenza.

In cucina sono veramente tanti gli usi dell’olio di cocco, personalmente lo adoro per condire le insalate di legumi e cereali misti,ma può essere utilizzato per condire qualsiasi tipo di verdura.

 

cucinare verdure con olio di cocco

 

Gli usi dell’olio di cocco  in cucina sono molto vari perché contiene il 90% di acidi grassi saturi buoni, come il caprico, il linoleico, il palmitico e l’oleico.

 

Molti di voi mi hanno chiesto quando inserirò nel blog video e ricette in cui utilizzo l’olio di cocco…

La risposta?

Posso finalmente annunciarvi che a breve uscirà una sezione dedicata con video e ricette per la preparazione di fantastici cibi in cui utilizzo l’olio di cocco, e non solo…

Se non vuoi perderti nessun aggiornamento e avere in anteprima i video e le ricette, isciriviti gratuitamente alla mia News Letter cliccando su questo link: Clicca qui e Ricevi le Ricette in Antemprima

 

4# Uso nel Campo medicinale

 

Anche in questo Campo gli usi dell’olio di cocco sono ampi.

Uno dei più diffusi è l’impiego in prodotti antifungini e antimicotici per lemicosi delle unghie.

L’acido urico in esso contenuto aiuta a combattere patologie come herpes, gonorrea e candida, un problema che affligge quasi tutte le donne.

Tra gli usi dell’olio di cocco in campo medico non è da sottovalutare il grande impiego del prodotto nelle cure dimagranti.

Recenti studi dimostrano che due cucchiai al giorno di olio di cocco aiutano a ridurre il grasso nella zona dell’addome e serve a tenere sotto controllo il proprio peso.

Per uso interno, l’olio di cocco previene la formazione dei calcoli renali, migliora l’attività del pancreas ed è molto efficace contro le infiammazioni del fegato.

Per una vita sana tieni a mente che si devono trattare bene i propri organi interni, e che la natura offre tutto quello di cui abbiamo bisogno. 🙂

Il suo gusto gradevole lo rende adatto ad essere aggiunto a tisane, té, caffè, yogurt e latte.

Ottimo anche nei frullati e nei frappè.

Per una bevanda ricca e salutare ti consiglio di abbinarlo con i frutti rossi, le mandorle e i semi di lino; un vero toccasana per tutto l’apparato digerente, con i conseguenti benefici al generale stato di salute.

Ottimo se utilizzato per prevenire la carie, grazie alla presenza di un particolare enzima in esso contenuto, che ne inibisce la formazione.

 

OK!  

Fermiamoci un secondo.

Per scrivere questo articolo mi ci sono volute settimane e tanto impegno….che ne dici di ripagare il mio sforzo con una bella condivisione?

Fai un favore a me e uno a te, se ritieni questo articolo interessante condividilo con i tuoi amici!

 

 

5# Altri modi di utilizzare l’olio di cocco

 

L’ ho visto utilizzare  per togliere il chewing-gum dai capelli.

Gli uomini affermano che riescono a radersi più facilmente utilizzando l’olio di cocco e dichiarano che i piccoli tagli guariscono più velocemente; infatti esso ha proprietà cicatrizzanti e lenitive.

E’ Molto apprezzato per proteggere le labbra in inverno al posto del burro di cacaoe da usare come balsamo ogni giorno.

Io  amo usarlo come struccante quando devo rimuovere il trucco.

Basta applicarlo con gli appositi dischetti inumiditi e risciacquarlo in abbondanza per togliere la sensazione di unto dalla pelle.

Perfetto per pulire i pennellini dopo essersi truccate.

Restando in capo epidermico ti suggerisco di usare l’olio di cocco contro le macchie solari e le macchie scure dovute all’età della persona; questo prodotto è anche coadiuvante nella lotta contro gli inestetismi cutanei come le smagliature.

Qualche goccia di olio di cocco aiuta a sbiancare i denti, usato insieme a poco bicarbonato.

Ps: Non esagerare con quest’ultimo, per non rovinare lo smalto dei denti.

Olio di cocco e bicarbonato sono una coppia vincente anche contro la formazione dei cattivi odori e può essere usata come deodorante.

In ambito cosmetico l’olio di cocco è impiegato nei prodotti abbronzanti perché regala alla pelle un colore ambrato.

 

Ti ricordo  che  l’olio di cocco naturale e puro è  totalmente privo di protezione contro i raggi solari, quindi non lo consiglio alle persone con la pelle chiara e in presenza di nei.

 

Nei bambini è molto utili per eliminare i pidocchi; infatti da una ricerca americana emerge che l’olio di cocco pur, insieme all’anice è risultato più efficace dei comuni prodotti acquistati in questi casi.

Un prodotto dai mille usi e benefici che non deve mancare nelle nostre case perché costituisce un ottimo supporto con i nostri amici a quattro zampe.

I cani e i gatti possono assumerlo come un alimento altamente energetico che previene le malattie come la demenza senile e favorisce una buona digestione.

Per via esterna l’olio di cocco tiene lontano le zecche.

Anche in cani e gatti elimina il cattivo alito, così come nelle persone; diminuisce anche la frequenza degli attacchi di colite nei nostri piccoli amici.

Bisogna però ricordare che gli animali che hanno problemi di tiroide, epilessia e tachicardia non possono usare l’olio di cocco.

E’ bene fare attenzione anche alle allergie degli animali prima di provarlo.

 

Ma gli usi dell’olio di cocco non finiscono certo qui!

Ho scritto un’interessante articolo sull’utilizzo dell’olio di cocco e lo trovi qui   101+ modi per utilizzare l’olio di cocco

 

PS: Se non hai idea di dove trovarlo ti consiglio l’olio di cocco della NaturaleBio, un olio di cocco puro al 100% che puoi trovare qui

PPS: Se mi lascerai un commento di ringraziamento o qualche critica costruttiva al post,te ne sarò infinitamente grata. Se non l’hai già fatto, condividi l’articolo

 

 

Ci vediamo al prossimo aggiornamento…

Un saluto,

Fiamma 🙂

Fiamma Fabbiani

Appassionata del vivere Sano e del cibo Bio, per lavoro sono una
Fisioterapista, specialista in RPG.

POST RECENTI
Showing 10 comments
  • Sara
    Rispondi

    Come fai adire che lo usi come struccante se in Italia è quasi sempre solido?

    • Fiamma Fabbiani
      Fiamma Fabbiani
      Rispondi

      Ciao Sara,
      L’olio di cocco soprattutto se naturale e puro al 100% si presenta solido sotto i 23°, mentre assume una consistenza più oleosa se la temperatura aumenta.
      Ma questo cambiamento è del tutto normale e anche se si presenta solido ti basterà tenerlo tra dita per qualche secondo per farlo sciogliere!
      Io ne metto una piccola quantità su un dischetto umido ed è davvero efficace, toglie ogni residuo di trucco, anche il più ostinato senza irritare!
      A presto,
      Fiamma 😉

  • Vale
    Rispondi

    Ciao, sono ormai 7 anni che soffro di una forte e fastidiosissima psoriasi alla cute. Ho sempre usato trattamenti al cortisone fino a quando leggendo su internet che applicando una miscela fatta di olio di cocco e bicarbonato poteva essere un rimedio al mio problema… ho provato immediatamente!!!
    Devo dire che la psoriasi non è scomparsa ma il risultato è più o meno lo stesso di quello ottenuto con il cortisone con la grande differenza che ora i miei capelli sono lucenti e morbidi mentre prima con “quella robaccia” erano secchi ispiri e opachi. Quindi… grazie olio di cocco e bicarbonato!

    • Fiamma Fabbiani
      Fiamma Fabbiani
      Rispondi

      Ciao Vale, è una grande gioia sapere che esistono rimedi naturali efficaci!

      L’olio di cocco è una continua sorpresa…

      A presto.

      Fiamma

  • Claudia
    Rispondi

    Molto interessante conoscevo già in parte le sue potenzialità
    Mi chiedevo se anche nel l’uomo che ha problemi di tiroide non deve essere usato?

    • Fiamma Fabbiani
      Fiamma Fabbiani
      Rispondi

      Ciao Claudia, cosa intendi per problema alla tiroide? Ipertiroidismo o Ipotiroidismo? Comunque in caso di Ipotiroidismo la medicina non ufficiale consiglia l’olio di cocco perchè sembra in grado di stimolare la ghiandola tiroidea e sostenere il metabolismo.
      Fammi sapere un saluto Fiamma…

  • Francesca
    Rispondi

    Davvero interessante io lo uso da un po’ e questi suggerimenti sono davvero utili,grazie 1000

    • Fiamma Fabbiani
      Fiamma Fabbiani
      Rispondi

      Ciao Francesca, grazie…Posso sapere in che modo lo utilizzi?

  • Luigino dametto
    Rispondi

    Molto interessante

    • Fiamma Fabbiani
      Fiamma Fabbiani
      Rispondi

      Grazie Luigino, in Italia l’uso dell’Olio di Cocco sta diventando sempre più comune e con questo articolo spero di aver dato maggiori informazioni. A Presto
      Fiamma

Lascia un commento

CONTATTACI

Scrivi e risponderemo il prima possibile

Start typing and press Enter to search